Gli utenti dei social networks: tipologie e comportamento

utenti social networksCapire come si comportano le persone sui social networks, quali scelte effettuano è molto importante per attivare dei progetti di conversazione di senso.

Con questo scopo vi proponiamo  la classificazione di utenti realizzata da Aimia, azienda americana di loyalty-managment.

  1. I non attivi (41%): sono quegli utenti che non si connettono a un social da circa un mese. Questa tipologia di persone di solito appartiene al genere maschile, ha poca fiducia nei social network e tiene molto alla sua privacy: non vuole far sapere cosa fa o cosa gli piace.
  2. Le new entries (15%): sono gli utenti passivi; quelli che si iscrivono principalmente per non “rimanere indietro”. Queste persone usano i social per mantenere e incrementare le loro relazioni online.
  3. Gli spettatori (16%): si iscrivono a differenti social network ma pubblicano di rado perché non vogliono mettere online la propria vita. Questo tipo di utenti usa i social per stare al passo con i tempi ed essere aggiornato sulle attività degli altri iscritti (feste, inviti a eventi, compleanni ecc… ).
  4. Cliquers (6%): si iscrivono ad un unico social network, principalmente Facebook. I cliquers sono per la maggioranza donne, molto attive in rete, che pubblicano di frequente in bacheca, aggiornano il loro status, commentano e mettono foto. Questi utenti stringono amicizia solo con utenti che conoscono: amici e familiari.
  5. Mix-n-Minglers (19%): sono utenti molto attivi su diversi social. Di solito sfruttano questo canale per tenersi aggiornati con offerte di determinati marchi-prodotti; sono attenti alla privacy e le loro amicizie in rete li influenzano parecchio.
  6. Sparks (3%): usano i social come forma di auto-espressione, scrivono di frequente e trascorrono molto tempo online. Nonostante siano interessati ad un discorso di privacy, gli sparks sono gli utenti con un profilo pubblico, con poche restrizioni. Questi utenti sono  molto interessati alle offerte online e scrivono il loro parere –positivo/negativo- su ciò che comprano.

Come si può immaginare un Social Media Plan non può prescindere da queste tipologie di utenti, definendo in partenza quali utenti e quando coinvolgerli nel nostro piano di conversazione.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo su Facebook, Twitter o Google+.

Hai dubbi,curiosità, richieste su questo tema? posta un commento qui sotto, sarà un piacere discuterne insieme.

Posted in Campagne Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *