Posizionamento siti web: la tavola periodica del SEO

Proponiamo oggi questa interessante infografica di Selnd.com riguardante i fattori utili al posizionamento di un sito web.

Tavola Periodica

La tavola periodica raffigurata  è suddivisa in categorie: nella parte superiore troviamo le attività che contribuiscono a posizionare un sito nei motori di ricerca, in basso le “minacce” che possono penalizzare un sito nelle serp. Ogni categoria contiene vari elementi a cui è attribuito un colore e un punteggio (in alto a destra): più il colore è scuro e il punteggio alto, più questo elemento ha un’importanza maggiore ai fini del posizionamento.

In alto a sinistra troviamo le attività SEO on site, quindi tutte quelle operazioni di ottimizzazione che si possono effettuare all’interno del sito stesso: contenuto, codice e struttura. Come indicano i colori stessi hanno particolare rilevanza la qualità del contenuto, la ricerca di parole chiave con le quali gli utenti possono trovare i contenuti, i title, la facilità dei motori di ricerca di scansionare le pagine del sito. Altri elementi che non sono da sottovalutare: la parole utilizzate nei testi, le description e la scrittura delle url, la velocità di caricamento del sito stesso.

In alto a destra, invece, troviamo le attività SEO “esterne”, ovvero tutti quegli elementi utili al posizionamento ma che stanno al di fuori del sito: i social network, i link, la reputation ed elementi personali. Come è possibile notare, la qualità dei link, le pagine a cui puntano tali link e l’autorità del sito sono alcuni dei fattori più importanti per il posizionamento. Avere link su siti autorevoli, non a pagamento, una pagina Facebook con “condivisioni” e “mi piace” migliorano la propria reputazione online non solo per i motori ma anche per gli utenti finali.

Nella parte inferiore della tavola sono presenti tutte quelle attività negative, che possono bloccare la salita di un sito ai vertici di Google. Gli elementi in rosa indicano le penalizzazioni di Google date da fattori come testi troppo brevi, link a pagamento, link di spam o cloacking (trucchetti che fanno vedere ai motori una pagina diversa rispetto agli utenti). Gli elementi in giallo, invece, indicano le penalizzazioni degli utenti della rete, che decidono di bloccare i risultati di un sito perché non pertinenti con le loro ricerche.

Posizionare un sito web non è una scienza esatta. Abbiamo visto quali sono i fattori che entrano in gioco e le loro peculiarità; non si posiziona un sito web con uno solo di questi elementi o i più importanti: il giusto mix di questi con un tocco di personalità può dar vita a risultati davvero interessanti.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo su Facebook.

 

Posted in Ottimizzazione siti.