Vendite online e social network: strategie e opportunità

ecommercesocialnetwork

Facebook. Twitter. Instagram. Google Plus, Pinterest e via dicendo. I social network, oggi, sono un tema caldo per chi si occupa di vendite online. Sono piattaforme senza costi di ingresso, amichevoli, intuitive, e per questo molti pensano di poterle usare in autonomia, senza avere conoscenze particolari di marketing o comunicazione. Le cose, però, non funzionano proprio così.

Per fare un po’ d’ordine e chiarire le idee, abbiamo pensato di fare alcune domande a Veronica Gentili, giovane e frizzante social media manager, che ci affianca nei nostri progetti social.

Veronica, in base alla tua esperienza, quanto conta “essere social” per chi gestisce un e-commerce?

Tanto, e conterà sempre di più. Oggi le persone sfruttano i social network per tantissime attività: informarsi, raccontarsi, consultare le recensioni di altri prima di comprare un prodotto. Non solo: si aspettano che le aziende siano disposte ad ascoltarli e rispondere alle loro domande anche su Twitter e Facebook. Da questo punto di vista i social diventano un alleato indispensabile per chi vuole fare business online.

Come può migliorare il business di un e-commerce attraverso i social network?

I social network, come dicevamo prima, possono rappresentare uno spazio in cui offrire un servizio di customer care rapido ed efficace. In più i social rappresentano il medium ideale per “mantenere una relazione” con i nostri clienti, coinvolgerli e tenerli vicini al nostro brand.

Spesso tendiamo a concentrare tutte le nostre attività per cercare di entrare in contatto con nuove persone interessate al nostro prodotto, dimenticandoci invece che costa molto meno fidelizzare e portare al riacquisto i clienti già acquisiti!

Non finiscono qui i vantaggi che possono derivare da un’integrazione virtuosa dei social network nella propria strategia digitale; essi sono anche ottimi per la lead generation, per l’innesco del passaparola (la leva promozionale più efficace mai esistita), ma anche per ascoltare il consumatore e acquisire feedback positivi.

Ci sono, a tuo avviso, dei social più adatti di altri per aumentare le vendite online?

Beh, tutto dipende dal Paese in cui si vuole vendere, ma soprattutto da quelle che sono le caratteristiche delle nostre buyer persona, degli spazi che abitano e utilizzano per fare le loro scelte. Per moltissimi brand che seguo, Facebook si è dimostrato un canale molto efficace per le vendite, sia dirette che indirette, anche perché offre una piattaforma pubblicitaria con opzioni di profilazione e formati senza eguali.

Anche Twitter o Instagram possono offrire risultati interessanti e, in alcuni Stati, Pinterest si è dimostrato una fonte incredibile di traffico qualificato.

Due consigli per chi sta partendo con il suo e-commerce e sta pensando a come comunicare sui social

Prima di tutto dobbiamo chiederci: quali sono i nostri obiettivi a breve e lungo termine? Come intendiamo integrare i social nella nostra strategia globale? Quali persone vogliamo raggiungere e quali azioni desideriamo intraprendano? Quante risorse (umane ed economiche) abbiamo intenzione di allocarvi? Spesso i social vengono presi con molta superficialità, finendo col credere che “non servono a niente”. In realtà, senza un approccio ponderato e professionale, in ogni campo è difficile raggiungere buoni risultati.

Servono analisi, strategia e professionalità per poterli rendere vere risorse di business.

Veronica, dove possiamo seguirti?

Sul mio blog www.veronicagentili.com e, ovviamente, su Facebook, LinkedIn, Twitter, Google Plus e…co!
Grazie mille Veronica per averci raccontato il tuo punto di vista. Ora non ci rimane che darci da fare e mettere in pratica i tuoi preziosi consigli.

Posted in E-commerce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *