Design di un testo: anche l’occhio vuole la sua parte

I nostri suggerimenti per presentare un testo in modo efficace dal punto di vista grafico ed invogliare il tuo pubblico a leggerlo tutto d’un fiato.

web copy

Anche l’occhio vuole la sua parte. Se organizzare le informazioni all’interno di un testo con la regola della “piramide rovesciata”, frutto dell’esperienza giornalistica anglosassone e ripresa dall’informatico danese Jakob Nielsen, è importante perché fa sì che il lettore arrivi dritto dritto all’essenza di quel testo, è altrettanto fondamentale prendersi cura di quello che si chiama design di un testo.

Lavorare al design di un contenuto significa far sì che quel testo sia gradevole all’occhio del lettore, lo stimoli a leggere e faccia da incentivo per compiere un’azione definita.

Conoscere le basi di content design ci serve per:

  • catturare l’attenzione del lettore e portarlo a soffermarsi sul contenuto che gli stiamo proponendo;
  • rendere la pagina più accogliente e gradevole;
  • facilitare la lettura da qualsiasi dispositivo (ricordiamoci che ormai leggiamo più da smartphone e tablet che da PC);
  • veicolare meglio il nostro messaggio e quindi raggiungere con più facilità l’obiettivo che ci siamo posti.

Pronto a prendere appunti?

Testo e grafica vanno a braccetto

Precisiamo subito una cosa: possiamo lavorare alla parte grafica di un testo e renderlo appetibile agli occhi del lettore ma se poi il contenuto è scarno, scialbo, poco interessante, non c’è content design che tenga. Il lettore chiuderà quel testo e andrà a caccia di quell’informazione da un’altra parte.

Quindi: concentrati prima di tutto sullo scrivere un contenuto che funziona e poi inserisci gli elementi di content design per catturare l’attenzione del pubblico. Puoi iniziare da qui.

  • Dritti al punto. A differenza della scrittura narrativa, un testo per il web deve centrare un obiettivo preciso e portare chi legge a compiere un’azione definita: acquistare un prodotto, chiedere un preventivo, scaricare un catalogo, iscriversi alla newsletter, leggere il blog. Quando scriviamo è importante evitare di allungare quel testo con giri di parole o virtuosismi, quindi: occhio a non usare troppi aggettivi, riduci gli avverbi il più possibile, taglia le frasi ripetitive e che non portano da nessuna parte.
  • Blocchi e paragrafi. Per accompagnare il lettore dentro il testo e farlo rimanere lì il più possibile, agevolalo presentando il contenuto in modo chiaro e semplice. Invece di proporre un muro di parole unico, suddividi il testo in porzioni (blocchi) assegnando a ciascuna di esse un tema definito. Aiuterà chi legge a saltellare qui e là tra le righe e a soffermarsi su quelle parti che gli interessano di più.
  • Titoli e sottotitoli. Per rendere ancora più efficace la lettura e far capire meglio al lettore cosa troverà in quel contenuto, inserisci un piccolo titolo all’inizio di ogni blocco che spiega di cosa parlerai nelle righe successive. Lavora anche sul titolo del testo, cerca di essere chiaro e non troppo creativo per non mettere il lettore in difficoltà.
  • Spazi e grandezza dei caratteri. In un testo anche gli spazi bianchi comunicano, contribuendo al successo di quel contenuto. Pensaci: un testo fitto fitto, giustificato, con scarsa interlinea e scritto un carattere molto piccolo non è un pugno in un occhio? Lascia respirare le parole, usa un’interlinea adeguata in modo da lasciare degli spazi bianchi tra una riga e l’altra, allinea il testo a sinistra e lascia che ogni riga sia un aggancio di quella successiva. Usa un carattere facile da leggere (serif o sans serif) e assicurati che il corpo del testo sia almeno di 16 px.
  • Elementi grafici, formattazione e immagini. Per rendere il tuo testo più appetibile gioca d’astuzia ed inserisci tutti quegli elementi che catturano l’attenzione del lettore, ad esempio:
    • elenchi puntati e numerati;
    • grassetti e corsivetti;
    • box con citazioni messe in rilievo;
    • immagini di copertina e di accompagnamento.

Questo tipo di elementi incollano l’occhio allo schermo e aiutano a riassumere i concetti chiave in maniera visiva.

Design di un contenuto: ne parliamo in classe?

Hai capito che è importante non solo la sostanza di un testo ma anche la sua presentazione a livello visivo? Vuoi capire meglio come lavorare al design dei tuoi testi anche senza essere un grafico? Ne parliamo al nostro corso “Contenuti efficaci in pratica”, una giornata di formazione dove imparerai a scrivere contenuti che funzionano e che arrivano al cuore dei tuoi clienti.

Se invece hai fretta di mettere mano ai tuoi testi, contattaci subito: avrai un nostro parere su ciò che hai scritto, senza impegno da parte tua.

In ogni caso, ti aspettiamo!

Posted in Content marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *